fb-pixel
Logo Supporthost

Come fare un backup WordPress

Settembre 5, 2022 / Pubblicato in:  da Maria Grazia Guzzo
Nessun commento

I backup di WordPress sono fondamentali per assicurarsi di poter recuperare il contenuto del sito nel caso di problemi.

Aggiornamenti andati male, attacchi hacker, ma anche errori di programmazione possono richiedere un ripristino di un backup.

Per questo è importante sapere come fare il backup di WordPress e mantenere sempre delle copie del sito aggiornate e funzionanti.

In questa guida vedremo quali opzioni abbiamo per creare un backup del sito, sia manualmente che in automatico con un plugin.

Backup WordPress

Backup WordPress: a cosa serve e perché è importante

Il backup di un sito ci permette di evitare di perdere i dati e le modifiche effettuate, oltre a tenerci al sicuro da possibili problemi.

Cosa può andare storto con un sito WordPress?

Tutto.

Da una parte ci sono le eventualità accidentali che non possiamo prevedere come un attacco hacker, degli errori di programmazione o incompatibilità con dei plugin che possono causare problemi al sito.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis
Hacker

Dall’altra ci sono tutta una serie di situazioni che richiedono un backup. Alcuni esempi di casi in cui è bene fare un backup di WordPress:

In ogni caso se ti stai appoggiando a un servizio hosting affidabile, dovresti già poter contare sui backup automatici. Tutti i clienti di SupportHost possono fare affidamento su backup giornalieri e possono ripristinare in autonomia gli ultimi 30 backup da cPanel.

La presenza di backup automatici, non esclude la necessità e l’importanza di effettuare backup manuali con una certa regolarità.

Come si fa un backup completo di WordPress

Per fare un backup completo di un sito WordPress è necessario fare una copia di:

  • tutti i file del sito, vale a dire quelli contenuti nella directory del sito WordPress;
  • il database di WordPress.
Wordpress Org Logo

Nella nostra guida a phpMyAdmin per WordPress abbiamo visto come è organizzato il database.

In breve le tabelle del database sono quelle in cui vengono memorizzati tutti i contenuti del sito. Nel database vengono, infatti, salvati: commenti, articoli, pagine, menu del sito e così via.

I file contenuti nella directory principale, in genere chiamata root, public_html o con il nome del tuo sito, sono i file che servono al CMS per funzionare. Tra di essi ci sono i plugin, i temi e i file media che carichi sul tuo sito WordPress.

In quanti modi si può fare un backup del sito WordPress?

Ora che abbiamo visto perché è importante salvare una copia di backup del proprio sito e quali file devono essere inclusi nel backup, vediamo in che modo procedere.

Backup

In sostanza ci sono due alternative:

  • creare un backup WordPress manuale;
  • usare un plugin.

In questa guida ci concentreremo sui backup manuali e vedremo come fare passo passo a creare una copia dei file e del database. Vedremo anche come fare ad assicurarci che il nostro backup possa essere ripristinato.

In chiusura vedremo anche quali plugin utilizzare per il backup.

Come fare un backup WordPress manuale

Per fare un backup di WordPress senza utilizzare dei plugin, dobbiamo effettuare una copia dei file e un backup del database.

Ci sono diversi metodi per creare un backup dei file di un sito WordPress e per fare una copia del database.

Stato Del Server

Nelle sezioni successive vediamo:

  • come effettuare un backup dei file (5 metodi spiegati passo passo);
  • come fare il dump del database (2 metodi);
  • cosa fare dopo il backup;
  • come ripristinare un backup WordPress.

Fare un backup dei file del sito WordPress

Per prima cosa vediamo come creare una copia di tutti i file del sito WordPress.

Andremo a vedere come:

  • usare la funzione backup di cPanel;
  • usare il file manager;
  • scaricare un backup con un client FTP;
  • creare un backup via SSH.

Tieni presente che questi diversi metodi servono a fare la stessa cosa, per cui potrai scegliere il metodo che preferisci usare.

Scaricare un backup dei file WordPress con la funzione nativa di cPanel

Attraverso la funzione backup di cPanel, possiamo creare una copia dei file del sito. Questa funzione ci permette di creare un file compresso tar.gz e di salvarla sul server.

Così facendo potremo scaricare l’archivio sul nostro computer per conservare il backup dei file.

Vediamo come fare passo passo.

Per prima cosa effettuiamo il login a cPanel, dopodiché clicchiamo su Backup dalla sezione File.

Backup Cpanel

Da qui possiamo creare un backup parziale del sito e scaricare una copia dei file. Nello specifico possiamo creare un backup della home directory, per creare una copia di tutti i file in un archivio tar.gz.

Per farlo dobbiamo cliccare sul pulsante Home directory sotto “Scarica un backup di home directory“. Dopodiché ci basta scegliere la cartella in cui salvare l’archivio.

Backup Home Directory

Scaricare un backup dei file WordPress con il file manager

Il secondo metodo che possiamo utilizzare per scaricare un backup dei file è utilizzare il file manager di cPanel.

Accediamo a cPanel e clicchiamo su Gestione file dalla sezione File.

Dalla sezione di sinistra possiamo navigare tra le cartelle del sito e individuare la directory principale. Tieni presente che potrebbe chiamarsi public, public_html, root o avere il nome del sito web.

Clicchiamo con il tasto destro su di essa e poi clicchiamo su Compress come vedi indicato in questa schermata.

Creare Backup Public Html

Ci verrà chiesto il tipo di compressione, possiamo scegliere Archivio Zip e cliccare su Compress Files per creare l’archivio.

Tipo Di Compressione Archivio Public Html

Così facendo verrà creato l’archivio zip dei file del sito che potremo scaricare sul nostro computer.

Per scaricare l’archivio, facciamo click con il tasto destro su di esso e clicchiamo su Download.

Scaricare Backup Public Html

Tieni presente che per motivi di sicurezza è raccomandato eliminare il file zip dal server dopo averlo scaricato.

Creare una copia dei file WordPress con il file manager

Anziché creare un archivio compresso e scaricarlo, possiamo anche creare una copia dei file del sito WordPress in una cartella sul server.

Ricordati che per assicurarti di avere una copia di backup del sito WordPress non è raccomandabile conservarla sullo stesso server su cui è ospitato il sito in produzione.

Uno dei punti fondamentali di una strategia di disaster recovery è proprio conservare più copie di backup dei file e utilizzare server differenti. Per esempio potresti conservare una copia dei file del sito sul tuo computer e un’altra copia su un servizio di cloud storage.

Ad ogni modo, per creare una copia dei file del sito WordPress, possiamo creare una cartella sul server e rinominarla “backup”.

Dal file manager di cPanel clicca su “+cartella”, inserisci il nome e clicca su Create New Folder.

Crea Nuova Cartella

A questo punto possiamo selezionare tutti i file all’interno della directory principale, per esempio public_html, e copiarli all’interno della nuova cartella.

Per farlo con il file manager di cPanel seguiamo questi passaggi:

  • apriamo la cartella public_html
  • clicchiamo su Seleziona tutto
  • clicchiamo su Copia
  • inseriamo il percorso della cartella backup che abbiamo creato e clicchiamo su Copy files.

In questa schermata vedi i passaggi elencati riassunti.

Copiare File File Manager Cpanel

Scaricare un backup dei file WordPress via FTP

Il quarto metodo che possiamo utilizzare per scaricare una copia dei file del nostro sito WordPress è usare un client FTP per collegarci al server.

Per installare il client FTP sul tuo computer e stabilire la connessione al server controlla le nostre guide su due dei programmi più diffusi: FileZilla e Cyberduck.

Le informazioni necessarie per collegarti al server via FTP ti verranno fornite dal tuo provider.

Dopo esserti collegato al server, dovrai navigare tra le cartelle e trovare la directory principale del sito WordPress. Questa cartella può chiamarsi public_html, root, public o avere il nome del tuo sito web.

Dopo averla trovata potrai scaricarla sul tuo computer. La procedura varia in base al client FTP che stai usando, in questo esempio vediamo come fare usando FileZilla.

Scaricare Backup Directory WordPress Con Filezilla

Scaricare un backup dei file WordPress via SSH

Un altro metodo che puoi usare per fare un backup dei file di WordPress è collegarti al server via SSH e creare un archivio dei file da scaricare in locale oppure una copia dei file in una nuova cartella sul server.

Per prima cosa dobbiamo stabilire una connessione SSH con il server.

Dopodiché usando i comandi SSH possiamo creare un archivio tar o zip dei file per poterli scaricare come backup.

Per creare un archivio tar con i file del sito possiamo usare questo comando:

tar -zvcf nome-del-backup.tar.gz public_html

Questo comando serve a creare un archivio tar.gz della cartella “public_html”. Il nome dell’archivio sarà “nome-del-backup.tar.gz”. Per modificare la cartella da comprimere e il nome del backup ti basta sostituire il nome gli elementi che ho indicato.

Se, invece, vogliamo copiare i file in un’altra cartella, possiamo creare una cartella “backup” in questo modo:

mkdir backup

Dopodiché possiamo copiare tutto il contenuto della cartella “public_html” nella cartella backup, così:

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis
cp -r public_html/* backup/

In questo modo il contenuto della cartella public_html (e non la cartella stessa) sarà copiato nella cartella “backup” che abbiamo creato.

Se invece vuoi copiare l’intera cartella public_html all’interno della cartella backup che hai creato puoi usare questo comando:

cp -r public_html backup/

In questo modo avrai sul server la cartella backup con all’interno la cartella public_html.

Fare un backup del database del sito WordPress

Ora che abbiamo visto 5 diversi metodi per creare il backup dei file WordPress, vediamo come fare a creare una copia di backup del database.

In questo caso dobbiamo creare quello che viene indicato come dump del database, vale a dire esportare una copia completa.

Ci sono diversi modi per farlo:

  • creare un dump con phpMyAdmin;
  • creare un dump con altri sistemi di gestione dei database come adminer, sequel pro o sequel ace;
  • esportare una copia del database con il plugin WP Migrate DB.

Vediamo come fare nel dettaglio.

Ricordati che ti basta effettuare una copia del database con uno dei metodi che vedremo. Puoi scegliere uno dei metodi da usare tra quelli proposti.

Scaricare un dump del database con phpMyAdmin

Uno dei sistemi di gestione del database più usati è phpMyAdmin.

Possiamo accedere a phpMyAdmin direttamente da cPanel, dalla sezione Database.

Cpanel Phpmyadmin

Una volta aperta l’interfaccia vedremo i diversi database presenti sul sito. Dalla sidebar di sinistra possiamo selezionare il database del nostro sito WordPress. Facendolo si aprirà nella sezione centrale una lista delle tabelle del database.

Clicchiamo quindi sulla scheda Esporta dalla barra superiore. Da questa sezione è possibile effettuare un dump del database.

Per prima cosa ci viene richiesto di scegliere il metodo di esportazione. Possiamo selezionare Rapido perché ci serve effettuare una copia completa di tutte le tabelle.

Nella sezione Formato selezioniamo SQL e poi clicchiamo sul pulsante Esegui.

Dump Del Database Con Phpmyadmin

Scegliamo quindi la cartella del nostro computer nella quale salvare la copia del database.

Scaricare una copia del database con WP Migrate DB

Un altro metodo che è possibile usare per fare una copia del database di WordPress e scaricarla sul nostro computer è quello di usare un plugin.

WP Migrate DB è un plugin che può essere utilizzato se vogliamo trasferire un sito WordPress da un server all’altro.

Oltre alle migrazioni, questo plugin può essere utilizzato anche per esportare una copia del database di WordPress. Vediamo come fare ad usarlo.

Per prima cosa devi installare e attivare WP Migrate (prima si chiamava WP Migrate DB) di Delicious Brains sul tuo sito WordPress.

Wp Migrate Db Plugin

Dopodiché clicchiamo su Strumenti > WP Migrate per accedere alle impostazioni del plugin.

Wp Migrate Impostazioni

Apriamo la scheda Migrate e clicchiamo su Export database. Lasciamo le impostazioni di default e clicchiamo sul pulsante Export Database in fondo alla pagina.

Tieni presente che in questo caso non abbiamo bisogno di fare sostituzioni all’interno del database e quindi non dobbiamo utilizzare la funzione Find & Replace del plugin.

Per questo elimina il contenuto delle colonne generate in automatico che vedi nella lista Find e procedi per esportare il database.

Esportare Database Con Wp Migrate

Il plugin genererà un file sql.gz e potremo quindi salvare il backup del database di WordPress sul nostro computer.

Cosa fare dopo il backup di WordPress

Dopo aver creato il backup del sito WordPress è importante verificare che il backup sia funzionante.

Per farlo possiamo creare un ambiente di staging del sito e provare a ripristinare il backup. In questo modo possiamo essere sicuri che la copia dei file e del database sia avvenuta correttamente e che il backup possa essere a tutti gli effetti ripristinato.

Tutti i nostri piani dall’hosting condiviso all’hosting WordPress, fino alle soluzioni dedicate, ti permettono di creare uno staging del sito ai fini di test e sviluppo.

Ripristinare un backup WordPress

Per ripristinare un backup manuale di WordPress dobbiamo caricare i file del sito e importare il database. Vediamo subito come fare.

Caricare i file del sito

Ci basta collegarci al server via FTP, usando uno dei client che abbiamo visto prima come FileZilla o utilizzare il file manager di cPanel.

Dobbiamo quindi caricare sul server la directory principale del sito. Tieni presente che può chiamarsi public, public_html, root o con il nome del sito.

Prima di farlo conviene rinominare la cartella, per esempio in “public_html_nuova” e caricarla sul server nella stessa posizione di quella attuale.

A questo punto possiamo eliminare la directory vecchia (es. “public_html”) e rinominare di nuovo la cartella di backup con il nome precedente.

Importare il database

Per ripristinare il backup del sito WordPress dobbiamo importare il backup del database.

Per farlo accediamo a phpMyAdmin e selezioniamo dalla sidebar di sinistra il database di WordPress.

Clicchiamo sulla tab Importa e poi clicchiamo su Scegli file.

Importa Database

Carichiamo il backup del database e assicuriamoci che il formato selezionato sia SQL. Quindi clicchiamo su Esegui in fondo alla pagina per importare il database.

Backup WordPress: i plugin da usare

Oltre a effettuare un backup manuale del sito WordPress, ci si può affidare ad un plugin.

Esistono diversi plugin WordPress che ci permettono di programmare i backup del sito a intervalli regolari.

In genere sono quasi tutti disponibili in una versione gratuita e in una premium con funzioni aggiuntive. Per esempio nella maggior parte dei casi i plugin che permettono di creare backup incrementali sono a pagamento.

Vediamo alcuni dei più utilizzati.

UpdraftPlus

UpdraftPlus è un plugin con utilizzato in oltre 3 milioni di siti ed ha una versione gratuita e una premium.

Updraftplus Plugin WordPress

Tra le funzioni ricordiamo la possibilità di programmare i backup e salvarli direttamente in cloud.

Tra la versione gratuita e premium del plugin ci sono alcune differenze, per esempio è possibile effettuare i backup incrementali di WordPress soltanto con la versione premium.

Se vuoi approfondire le differenze tra le due versioni del plugin e vedere come usarlo per creare i backup, controlla la nostra guida a UpdraftPlus.

Duplicator

Un altro plugin per il backup di WordPress è Duplicator, utilizzato in oltre 1 milione di siti attivi.

Duplicator Plugin WordPress

Questo plugin è disponibile in una versione gratuita e una Pro a pagamento. Nella versione gratuita è possibile creare un backup dei file e del database di WordPress e utilizzare il plugin per trasferire il sito da un server ad un altro.

La versione pro include altre funzioni come la possibilità di programmare i backup e salvare i file in cloud.

Con la nostra guida puoi imparare ad usare Duplicator per trasferire il sito o anche solo per creare un backup.

Jetpack

Jetpack, con oltre 5 milioni di installazioni attive, è uno dei plugin per il backup tra i più usati.

Jetpack Plugin WordPress

Come gli altri plugin che abbiamo visto, anche Jetpack ha una versione gratuita e diversi piani a pagamento.

La funzione di backup così come altre funzioni tra cui la scansione del sito, sono disponibili solo con i piani a pagamento.

WP Time Capsule

WP Time Capsule è un plugin premium utilizzato in oltre 20 mila installazioni attive di WordPress. È disponibile anche una prova gratuita di 30 giorni registrandosi sul sito.

Wp Time Capsule Plugin WordPress

Il plugin ha diversi piani a partire da 49$ all’anno nella versione Business limitata a 2 siti web. Tra le funzioni di questo piano ci sono i backup in tempo reale e il mantenimento delle copie per 30 giorni.

Conclusioni

Abbiamo visto perché è importante effettuare un backup di WordPress con regolarità. Ci sono poi situazioni particolari in cui è sempre raccomandato effettuare un nuovo backup, per esempio prima di ogni aggiornamento.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Anche se si può contare sui backup automatici, che siano quelli effettuati attraverso un plugin o inclusi nel servizio di hosting, non bisogna dimenticarsi di fare anche un backup manuale di tanto in tanto. Come raccomandato anche dal Codex di WordPress.

In questa guida abbiamo visto come fare a creare un backup completo di WordPress (file e database) utilizzando diversi metodi.

E tu, quale metodo preferisci per creare dei backup manuali del tuo sito WordPress? Facci sapere con un commento.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

chevron-down