fb-pixel
Logo Supporthost
Log in

Cloud vs condiviso: le differenze

Luglio 1, 2021 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

In questo articolo metteremo a confronto due diverse soluzioni di hosting: VPS cloud hosting e hosting condiviso.

Questo testa a testa cloud vs condiviso ci farà capire cosa possono offrirci queste due opzioni e quando è il caso di affidarsi a una soluzione piuttosto che all'altra.

Partiamo dal vedere cosa offrono questi due servizi per poi concentrarci sulle differenze in termini di risorse, prestazioni, sicurezza e facilità di gestione.

Cos'è un hosting condiviso

Un hosting condiviso (o shared hosting) si basa su un'infrastruttura condivisa, come si può facilmente intuire dal nome stesso. Ma cosa viene condiviso? In un hosting condiviso un solo server ospita più siti di diversi utenti.

Questo significa che lo spazio su disco, la CPU e la RAM della macchina sono a disposizione di più utenti. Ogni sito, quindi, attinge alle risorse e ci sono naturalmente dei limiti da rispettare in base al piano che si sceglie.

Potremmo definire l'hosting condiviso come la soluzione entry level che vede poi la sua prosecuzione logica nell'hosting semidedicato e verso soluzioni dedicate.

Un hosting semidedicato è pur sempre condiviso, questo significa che anche in questo caso le risorse del server vengono condivise tra più utenti.

In questo caso, però, rispetto all'hosting condiviso il numero di account sul server è limitato. È proprio per questo che un piano semidedicato permette di accedere a più risorse.

Questo è il motivo per cui si adatta, quindi, a siti con un volume di traffico maggiore rispetto a quelli che possono tranquillamente avere ottime prestazioni in un hosting condiviso. Vediamo, invece, cosa si intende per cloud hosting.

Cos'è un cloud hosting

Una soluzione di cloud hosting o VPS cloud hosting ti mette a disposizione un server virtuale. Appoggiandosi a un singolo server, o molto più spesso, a un cluster di server, vengono create diverse macchine virtuali.

Ogni macchina virtuale è separata dalle altre ed è progettata per funzionare come se fosse un server fisico e dedicato.

A parità delle possibilità di personalizzazione offerte da un server dedicato, il cloud hosting ti garantisce anche altri vantaggi.

Ad esempio è possibile aumentare le risorse in maniera più semplice, proprio perché non è necessario spostare i dati da un server fisico all'altro. Passaggio che, invece, risulta essere necessario quando si vuole fare l'upgrade con un server dedicato.

Rispetto a un VPS tradizionale, inoltre, trattandosi di un piano che si appoggia su un'infrastruttura cloud, garantisce la ridondanza dell'hardware.

Questo significa che qualora ci fosse un problema con un server, vengono utilizzate subito le risorse di un altro server del cluster. Come risultato i tempi di inattività del sito sono ridotti al minimo e l'uptime è sempre garantito.

Cloud vs condiviso: differenze di prestazioni

Ora che abbiamo visto cosa possono offrirci i servizi di hosting condiviso e il cloud hosting, iniziamo subito a metterli a confronto a partire dalle prestazioni che garantiscono.

Cloud Vs Condiviso Differenze

Spesso si è portati a pensare che il confronto cloud vs condiviso sia nettamente a favore del cloud, specie per quanto riguarda le prestazioni.

Se andiamo a confrontare dei servizi professionali, ci rendiamo però subito conto che non è così e che le loro prestazioni sono più simili di quanto si possa credere.

Hardware

Quando ci riferiamo a piani offerti dallo stesso provider non ha senso parlare di differenze di hardware.

I piani cloud allo stesso modo dei piani hosting condivisi e semidedicati si appoggiano tutti sullo stesso datacenter.

I server su cui sono ospitati tutti i nostri piani utilizzano dischi SSD e garantiscono una connettività a 1Gbps. Inoltre, grazie all'utilizzo di connessioni ridondati viene assicurato un accesso rapido a tutti i siti ospitati sui nostri server.

Server

Abbiamo scelto di offrire le massime prestazioni per garantire un servizio impeccabile indipendentemente dal piano che scegli.

Sapere che sul piano dell'hardware non ci sono differenze tra hosting cloud e condiviso significa avere la garanzia di prestazioni paragonabili. Le differenze, come vedremo più avanti, dipendono invece, anche se in misura minore, dall'ottimizzazione software.

Ottimizzazione del sito

Spesso si sente dire che un cloud hosting sia più veloce di un hosting condiviso.

La scelta di un hosting performante è alla base di un sito veloce ma non è l'unico fattore determinante.

Due siti diversi ospitati sullo stesso server, con le stesse risorse a disposizione avranno velocità diverse. Questo succede perché la velocità di un sito dipende anche dal sito stesso.

Tra i fattori che incidono notevolmente sulla velocità di caricamento ci sono le dimensioni delle pagine e il numero di richieste.

Per fare un esempio pratico un sito con una pagina di 6MB e 200 richieste è un sito pesante. I tempi necessari a caricare una pagina di queste dimensioni saranno elevati, indipendentemente dal piano hosting scelto.

Prestazioni Sito

Un numero elevato di plugin sul sito richiede che il server esegua query e calcoli che andranno a influenzare il tempo di caricamento delle pagine. Il carico di lavoro sul server, sia per i piani condivisi che per il cloud, è ininfluente quando ci riferiamo al caricamento di una sola pagina.

Tieni in considerazione che l'impatto dipende non tanto dalla quantità dei plugin, ma da quali vengono utilizzati. Per capire l'impatto reale dei plugin sulle prestazioni controlla il nostro articolo sui plugin che rallentano WordPress.

Il discorso si fa, invece, più complesso quando il numero di visite al sito aumenta sensibilmente. In questo caso, infatti, la differenza cloud vs condiviso si fa sentire.

Cloud vs condiviso: possibilità di personalizzazione

Un piano hosting cloud si può adattare completamente alla tue esigenze. Questo significa che l'ottimizzazione può essere fatta per ottenere miglioramenti per il tuo caso specifico.

Ad esempio il tuo sito potrebbe ottenere prestazioni migliori usando un sistema di cache lato server come Varnish, mentre il sito di un altro cliente potrebbe aver bisogno di utilizzare Engintron.

Queste ottimizzazioni specifiche sono possibili in un hosting cloud, trattandosi di una soluzione dedicata.

Viceversa, invece, in un hosting condiviso non è possibile adottare la soluzione migliore per ogni singolo sito. Quello che si può fare è adoperare il sistema che sia ottimale per tutti i siti ospitati sullo stesso server.

In ogni caso, però, sebbene l'adozione di sistemi di questo tipo ad hoc per il sito, possa migliorare le prestazioni stiamo parlando di un 10 – 20 % in termini di resa. Non bisogna tralasciare l'importanza dell'ottimizzazione del sito, come abbiamo visto prima.

Cloud vs condiviso: risorse dei piani hosting

Le risorse realmente a disposizione del tuo sito non dipendono solo dalla tipologia di web hosting a cui hai scelto di affidarti.

Questo significa che paragonando un piano di hosting condiviso con 4 GB di RAM a un VPS cloud hosting con 4 GB di RAM potresti avere le stesse prestazioni o riscontrare differenze.

Da cosa dipende? Dal provider e da quanto overselling ha deciso di fare.

Devi considerare, infatti, che in termini di risorse ci può anche essere una differenza sostanziale paragonando cloud vs condiviso.

Partiamo dall'hosting condiviso e da come vengono gestite le risorse.

Partendo dal presupposto che un hosting illimitato non esiste, quando nel piano viene specificato un limite si parla comunque di limiti massimi. Cosa significa?

I piani condivisi per loro natura non possono garantirti risorse dedicate. I limiti risorse hosting che trovi indicati nei piani servono a fornire un'indicazione e un tetto massimo. C'è da precisare in ogni caso che è un evento raro che un account di un piano condiviso arrivi al limite.

Proprio su questi presupposti e basandosi sull'assunto che ogni account utilizza una frazione nettamente inferiore alle risorse previste dal suo piano, si riesce a gestire l'overselling vendendo servizi che in realtà superano la disponibilità reale.

Se ci spostiamo, invece, su un servizio di VPS cloud hosting la situazione cambia. In questo caso le risorse previste dal piano sono dedicate e realmente disponibili per il tuo sito. In pratica anche se non le stai utilizzando in un dato momento quelle risorse sono destinate a te.

Tra cloud vs condiviso c'è anche una differenza di fondo. I piani cloud offrono di base più risorse per garantire prestazioni massime e sostenere un traffico maggiore. Questo è anche il motivo per cui il costo del cloud è più elevato di quello di un piano condiviso.

In conclusione se confrontiamo due piani, uno condiviso e uno cloud, a parità di risorse non noterai differenze nel nostro caso.

Perché e quando dovresti scegliere di passare a una soluzione di cloud hosting allora?

Principalmente ci sono due grandi motivi che possono richiedere la scelta di un piano cloud anziché un hosting condiviso.

Il primo è la necessità di utilizzare software specifico per rispondere a particolari esigenze. Come abbiamo detto uno dei principali vantaggi del cloud è proprio la possibilità di personalizzarlo in base alle tue esigenze.

Il secondo, invece, è quando il tuo sito registra grandi volumi di visite. In questo caso, quando le risorse di un hosting condiviso non sono più sufficienti e le esigenze del tuo sito crescono è il momento di appoggiarsi a una soluzione dedicata.

Non a caso il numero di visite è uno dei fattori che devi tenere in considerazione quando si tratta di scegliere un hosting che si adatti al meglio alle tue esigenze.

Cloud vs condiviso: la sicurezza

Spesso gli hosting condivisi hanno la nomea di essere poco sicuri. Può darsi che ti sia già capitato di sentir parlare della vulnerabilità dei siti ospitati su hosting condivisi.

L'idea è che su un server condiviso un attacco hacker ad un account possa estendersi facilmente agli altri account ospitati sullo stesso server. Questo può succedere solo se non vengono implementati correttamente i sistemi di sicurezza.

Cloudlinux Os

Nel nostro caso per offrire un servizio hosting sicuro utilizziamo CloudLinux che usa CageFS, CageFS ci permette di isolare completamente ogni singolo account da tutti gli altri. In questo modo se anche un account ospitato sullo stesso server venisse attaccato, il tuo sito non correrà alcun rischio.

Inoltre grazie a CloudLinux tutti gli account vengono monitorati in tempo reale, in questo modo se un account riceve un picco di visite o usa un numero eccessivo di risorse viene bloccato temporaneamente per evitare che possa causare problemi a tutto il server.

Così facendo si evita che un picco di traffico o un problema con uno script di uno degli account possa comportare discontinuità di servizio per gli altri clienti.

Con l'adozione di queste misure i nostri piani condivisi sono sicuri al pari dei piani cloud.

Cloud vs condiviso: competenze necessarie

Si potrebbe pensare che dal punto di vista di gestione del server un piano condiviso sia più facile da gestire rispetto ad un piano cloud. In realtà non è così.

Così come per i server dedicati, per affidarti a un VPS cloud hosting non devi necessariamente avere conoscenze tecniche specifiche.

Supporto E Monitoraggio Proattivo

Ti basta scegliere un piano cloud managed e non dovrai occuparti della gestione del server. Tu pensi al sito, mentre il nostro supporto tecnico si occupa di configurare e gestire il server.

In pratica in un managed server pensiamo a tutto noi, proprio come succede in un hosting condiviso.

Se, invece, hai le capacità di gestire in autonomia il server, ti basta scegliere un piano unmanaged per avere pieno controllo del tuo server e occupartene in prima persona o delegare la gestione a un sistemista del tuo team.

Cloud vs condiviso: conclusioni

In questo confronto cloud vs condiviso abbiamo esaminato le differenze tra questi due servizi di hosting. Il nostro confronto si è basato sulle prestazioni, le risorse, la sicurezza che possono offrire agli utenti e le competenze necessarie a usufruire del servizio.

Come abbiamo visto per molti versi i due servizi si equivalgono. In un hosting professionale, in cui la sicurezza è al centro dell'attenzione, vengono usate delle misure in grado di rendere gli hosting condivisi sicuri quanto i piani cloud.

Anche le prestazioni, a differenza di quanto si crede, sono paragonabili. Ovviamente, però, il discorso cambia quando il tuo sito ha necessità particolari o quando deve sostenere grandi volumi di visite. In questi casi, infatti, la soluzione migliore è orientarsi verso un piano dedicato, per cui la scelta dovrebbe protendere verso il cloud.

Quale di queste due soluzioni di hosting trovi più soddisfacente per le tue esigenze? Fammi sapere con un commento.

Potrebbe interessarti anche:

Hosting Illimitato
Hosting illimitato: è davvero quello che sembra?
Un piano di hosting illimitato spesso promette traffico senza limiti e spazio hosting illimitato. A rendere ancora più allettanti queste […]
Managed Server
Managed server: cos'è e cosa include
I servizi di managed server e unmanaged server fanno riferimento a server dedicati e VPS cloud e si riferiscono al […]
Costo Cloud
Costo cloud: quanto costa un VPS cloud hosting
Il costo cloud è un fattore da tenere in considerazione quando si progetta la propria infrastruttura. In questo articolo andiamo […]
Perche E Importante Avere Un Sito Veloce
Perché è importante avere un sito veloce
Le prestazioni del tuo sito web influiscono sulle visite, sulle conversioni e sul suo posizionamento su Google. In questo articolo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

crossmenu