fb-pixel

Creare un sito porno: guida completa

7 Febbraio 2022 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Come si fa a creare un sito porno? Che tipi di siti posso creare e che piattaforma mi serve? Come faccio a sapere se il provider mi consente di creare un sito per adulti?

In questo articolo risponderemo a queste e altre domande sulla creazione di un sito porno. Partiremo dai tipi di siti per adulti che si possono creare e vedremo per ogni tipologia vantaggi e svantaggi.

Vedremo quindi quali sono i passaggi da compiere nella pratica per creare un sito porno. Come scegliere l’argomento su cui incentrarsi, quali regole seguire per trovare un nome di dominio efficace e cosa considerare per la scelta dell’hosting.

Andremo a vedere cosa tenere in considerazione per la scelta della piattaforma per il nostro sito e poi vedremo anche quali alternative ci sono per trovare i contenuti che popoleranno il sito.

Nella seconda parte di questa guida ci concentreremo sulle strategie da mettere in pratica per ottenere traffico organico e scalare le SERP.

Per finire vedremo in quali modi si può guadagnare con un sito porno.

Creare Un Sito Porno

Creare un sito porno: che tipo di sito scegliere?

Se ti stai chiedendo come creare un sito porno, la prima questione che dovresti esaminare è che tipo di sito per adulti vuoi creare. Ci sono diverse alternative tra cui puoi scegliere da un classico tube a un sito di cam.

Accanto alle soluzioni più gettonate come siti di video, cam live e siti con membership (contenuti a pagamento), ci sono poi anche altri siti per adulti che includono siti di annunci, blog e forum che trattano tematiche adult fino a community di scrittura erotica.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Tieni presente che non esiste il miglior tipo di sito, ma devi puntare a trovare quello che funziona meglio per te.

Vediamo nel dettaglio alcune delle principali categorie di siti per adulti.

Siti di video (tube)

Al primo posto ci sono senz’altro i siti di video, anche comunemente definiti tube, che raccolgono video e ne mettono a disposizione la visione in streaming. In breve la versione NSFW di YouTube, di cui questi siti ricordano infatti proprio l’interfaccia.

Siti Di Video

A questa categoria appartengono esempi di siti di video per adulti popolari come Pornhub, xHamster o YouPorn.

Esaminiamo vantaggi e svantaggi di questa categoria.

Creare un sito porno: vantaggi e svantaggi dei siti di video

Popolarità e concorrenza: i siti per adulti che offrono streaming video sono tra i siti più visitati sia da computer che sempre di più anche da smartphone e dispositivi mobili. Questo significa anche dovere a che fare con una vasta concorrenza.

Guadagni: ci sono diverse strategie per creare un sito porno che offre video (anche gratuiti) e guadagnare. Parleremo delle diverse strategie di monetizzazione più avanti in questa guida, per ora ti anticipo che tra i metodi ci sono annunci pubblicitari e contenuti riservati ai membri.

Siti di cam (adult cam)

I siti di cam hanno un aspetto simile ai siti di streaming video, ma si basano su contenuti differenti. Se, infatti, in un sito di video si possono guardare in streaming contenuti registrati in precedenza, i siti di cam permettono un’esperienza più diretta all’utente.

In questi siti, infatti, si può accedere a contenuti filmati in tempo reale da modelli (uomini e donne).

Nello specifico si può accedere a sessioni live “aperte” al pubblico o a spettacoli privati e interagire (in chat) in tempo reale durante le sessioni.

Questi siti in genere utilizzano sistemi di “mance” (chiamati tip o token) che gli utenti possono inviare ai modelli.

Alcuni esempi famosi di siti sono Chaturbate e LiveJasmin.

Creare un sito porno: vantaggi e svantaggi dei siti di cam

I siti di cam tendono ad essere molto richiesti perché puntano sull’interazione con i visitatori, che manca, invece, in un classico tube. In teoria quindi un’audience maggiore può garantirti guadagni più alti, per esempio grazie agli annunci pubblicitari.

Di contro, però, creare un sito di cam può essere più complicato per ovvie ragioni: trovare modelli e modelle.

Siti di contenuti riservati ai membri (membership)

Un’altra alternativa è quella di creare un sito porno che, invece di fornire contenuti in streaming gratuiti, offre contenuti premium accessibili solo con una sottoscrizione periodica.

Creare un sito porno: vantaggi e svantaggi dei siti con contenuti premium

I programmi di membership permettono di ottenere guadagni più elevati rispetto a quelli che si possono ottenere dagli annunci pubblicitari.

D’altra parte, però, richiedono un maggiore impegno nella promozione del servizio. La strategia vincente è senza dubbio quella di riuscire a fornire contenuti originali e richiesti, in altre parole che giustifichino la sottoscrizione.

Allo stesso tempo è importante anche mantenere dei prezzi per le sottoscrizioni che siano in linea con quelli del mercato.

Creare un sito porno: passi preliminari

Ora che abbiamo visto i vari tipi di siti che è possibile creare, vediamo come procedere per creare un sito porno. Alcune informazioni come la scelta del dominio e dell’hosting si applicano a tutti i tipi di siti, ma in questo caso parleremo nello specifico delle considerazioni da fare per un sito per adulti.

Altre sezioni, come quella in cui parleremo di dove trovare i contenuti per il sito, si concentrano soprattutto su come creare un sito di video porno.

Iniziamo dal principio e vediamo cosa tenere in considerazione per la scelta della nicchia quando si vuole creare un sito porno.

Creare un sito porno: scegli una nicchia

Tra i primi passi da fare per creare un sito porno, una delle scelte più importanti è senza dubbio quella di cercare di ritagliarsi una fetta di mercato.

Per farlo non conviene puntare su un sito che abbracci categorie generali, ma bisogna scendere più nei dettagli. In poche parole trovare una nicchia, una categoria abbastanza specifica, in cui la competizione sia più bassa e quindi la possibilità di visibilità sia maggiore.

Obiettivi

Alcuni consigli pratici per trovare una nicchia:

  • Usa strumenti di ricerca di parole chiave per valutare i volumi di traffico.
  • Considera che la ricerca di Google potrebbe filtrare i risultati (SafeSearch).
  • Dai un’occhiata ai tag utilizzati negli altri siti porno.

Un’altra cosa che puoi fare è tenere in considerazione le ricerche di tendenza. Per fare un esempio pratico, stando al report di Pornhub, nel 2021 “hentai” è stata la parola più cercata a livello mondiale.

Creare un sito porno: scegli un dominio

Il dominio internet è l’indirizzo che permetterà agli utenti di raggiungere il tuo sito web. Scegliere il dominio significa creare il biglietto da visita per il tuo sito.

Scelta

Come scegliere il nome di dominio

La prima cosa che devi tenere in considerazione nella scelta di un nome di dominio efficace per il tuo sito è la lunghezza.

Cerca di usare al massimo tre o quattro parole, e tieni in conto che i domini più corti sono anche più facili da ricordare.

Oltre a scegliere un nome abbastanza corto e facile da ricordare, dovresti tenere presente altre considerazioni.

Il nome del dominio deve essere unico.

In primo luogo per un motivo tecnico, visto che non ci possono essere due nomi di dominio uguali e devi quindi assicurarti che il dominio che hai scelto sia tra i domini liberi.

Inoltre, non deve essere simile a un dominio già esistente, per evitare anche problemi giuridici.

E poi deve essere unico inteso anche come originale.

Si potrebbe discutere a lungo sul name branding, ma in questa sede non è possibile, tieni perciò a mente anche questi fattori:

  • puoi scegliere un nome che richiami la nicchia che hai scelto di trattare;
  • un nome che chiarisca subito la tematica;
  • oppure puoi scegliere un nome completamente diverso e inventato.

Considera esempi di siti come “xnxx” o “xhamster” che non hanno un significato preciso. Oppure siti come “brazzers” o “beeg” che hanno nomi derivati da slang.

Puoi anche optare per l’utilizzo di parole chiave inerenti ai contenuti del sito. Non esagerare però usando troppe parole chiave e fai sempre delle ricerche per evitare che il nome che vuoi scegliere sia troppo simile a un nome di dominio usato già da qualcun altro.

Quale estensione scegliere?

Un altro aspetto da considerare è l’estensione o dominio di primo livello, vediamo tra quali è possibile scegliere.

Domini di primo livello generici

Il dominio .com è senza dubbio l’estensione più diffusa, ti basta pensare che il 54% di tutti i siti web utilizza questa estensione. (w3techs)

Domini Di Primo Livello Generici

Altri domini di primo livello tra i più usati sono .net e .org.

Domini di primo livello nazionali

Ci sono poi i domini di primo livello nazionali, che potresti voler usare se il tuo sito si rivolge a un pubblico di un determinato paese.

Domini Di Primo Livello Nazionali

Ne fanno parte domini come:

  • .us
  • .eu
  • .it
  • .fr
  • .co.uk
  • .de
  • .es.
Nuovi domini di primo livello generici

A partire dal 2012 sono nate estensioni specifiche anche per creare un sito porno. Vediamo alcuni esempi: .webcam, .love, .sx, .sex, .xxx.

Creare un sito porno: scegli un hosting

Un altro passaggio cruciale per creare un sito porno è scegliere un hosting adatto.

Innanzitutto devi trovare un servizio di hosting che consenta siti con contenuti per adulti. Non tutti i provider consentono di ospitare questa categoria di siti e non tutti i piani sono indicati.

Fai riferimento ai termini di servizio o contatta l’assistenza per capire se il provider ti permetterà di creare un sito porno o no.

In genere, come nel nostro caso, non è possibile utilizzare piani di hosting condiviso. Inoltre i piani condivisi non sono l’ideale per questo tipo di siti per via delle risorse necessarie.

Prestazioni Sito

Su SupportHost ammettiamo siti porno solo su VPS cloud hosting e server dedicati.

Inoltre con l’attivazione di un nuovo piano puoi avere il dominio incluso per sempre. Ti basta registrare il dominio in fase di acquisto del piano.

Le estensioni gratuite includono .com, .it, .eu e .us, puoi controllare la lista completa nel nostro tutorial su come avere il dominio gratis.

Puoi verificare la disponibilità di un dominio nella sezione registrazione domini del nostro sito.

Creare Un Sito Porno Registrazione Dominio

Nella scelta dell’hosting dovrai tenere in considerazione il tipo di sito che vuoi creare. Per esempio un sito di video avrà bisogno di più spazio e di traffico illimitato. Controlla l’articolo su come scegliere un hosting porno per capire meglio quali caratteristiche cercare in un servizio di hosting in questo caso specifico.

Creare un sito porno: scegli la piattaforma

Oltre a scegliere il nome che avrà il tuo sito e a trovare un fornitore di hosting che ti garantisca lo spazio e le risorse necessarie a far funzionare il sito, per creare un sito porno devi scegliere la piattaforma con cui realizzarlo.

Le piattaforme utilizzate per creare un sito web sono i CMS (Content Management System). Esistono piattaforme pensate per creare un sito ecommerce, altre ideali per creare un blog e piattaforme generiche.

Wordpress

Quali sono le alternative a disposizione per creare un sito porno?

  • Scegliere un CMS come WordPress e aggiungere funzionalità con plugin e script (in genere a pagamento).
  • Optare per una piattaforma pronta all’uso: ci sono diversi script (o cloni) pensati per creare un sito porno.

Vediamo cosa bisogna tenere in considerazione nella scelta del CMS quando si vuole creare un sito porno.

Scegli una piattaforma mobile-friendly

Tieni presente che la maggior parte dei visitatori del tuo sito utilizzeranno dispositivi mobili.

Dal report 2021 di Pornhub emerge che l’86% del traffico verso il sito proviene da dispositivi mobili. Nello specifico l’83% degli utenti utilizza uno smartphone e il 3% un tablet, mentre solo il 14% del traffico proviene da computer.

Sito Mobile Friendly

Per questo è importante che la piattaforma che si sceglie di usare per creare un sito porno sia ottimizzata per i dispositivi mobili.

Suggerimento: puoi usare lo strumento di test dell’ottimizzazione mobile fornito da Google per verificare se le pagine sono ottimizzate.

Scegli in base alle funzioni

È importante avere chiaro fin dall’inizio lo scopo che ci si propone. In questo modo puoi scegliere la piattaforma che aderisce ai tuoi obiettivi.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Pensi di creare un sistema di iscrizioni (membership) per fare accedere solo i membri ai contenuti? Assicurati che la piattaforma che scegli abbia tutte le funzioni che stai cercando o possa essere estesa con script e plugin aggiuntivi.

Modificare Foto

Per esempio troverai plugin WordPress che ti permettono di creare un sito di streaming, importare video da altri siti, creare gallerie, tenere traccia del numero di visitatori sul sito, importare live cam e creare sezioni di contenuti riservati solo ai membri.

Tieni conto della personalizzazione

Le piattaforme pronte all’uso in genere mettono a disposizione alcuni design, ma in alcuni casi possono essere limitate dal punto di vista della personalizzazione.

Se non vuoi che il tuo sito somigli a tanti altri, valuta la scelta di una piattaforma che puoi personalizzare come vuoi.

Come trovare i contenuti per creare un sito porno

Ora che abbiamo visto quali sono i primi passi da fare per creare un sito porno, vediamo nel dettaglio come trovare i contenuti per il sito.

In questa sezione parleremo nello specifico dei contenuti per creare un sito di streaming video e vedremo quali sono le opzioni a disposizione per trovare i contenuti che attireranno i visitatori sul tuo sito.

Partiamo da alcune regole basilari che è sempre bene tenere a mente:

  • non pubblicare materiale di cui non detieni i diritti, informati sulle leggi che tutelano il copyright e sui rischi della diffusione di materiale non consensuale;
  • per le affiliazioni fai riferimento sempre ai termini e alle condizioni di utilizzo;
  • non pubblicare contenuti illegali.

Incorporare i video da altri siti

Siti come Pornhub o xHamster ti permettono di incorporare i loro video sul tuo sito. Tieni presente però che non tutti i siti permettono di condividere i loro contenuti.

Questo vale anche per le immagini, per esempio alcuni siti possono attivare la hotlink protection ed evitare che siti esterni possano inserire immagini o video ospitati sul sito originale.

Incorporare Video
Quali sono i vantaggi?

Tra i vantaggi c’è la possibilità di accedere a tantissimi contenuti e trovare quelli che fanno parte della nicchia che hai scelto. Si tratta, infatti, del sistema più veloce per condividere nuovi video e popolare così il tuo sito.

Incorporare i video nel tuo sito non solo è facile, ma ci sono anche script che ti permettono di automatizzare il processo.

Inoltre, alcuni siti ti permettono anche di aderire a un programma di affiliazione, per cui puoi guadagnare reindirizzando il traffico verso i siti a cui sei affiliato.

Ci sono svantaggi?

Se stai pensando di creare un sito porno e usare come fonte principale dei tuoi contenuti un altro sito, incorporando i video sul tuo, devi tenere presente alcune cose.

Quando incorpori un contenuto sul tuo sito, il video (o l’immagine) a tutti gli effetti continua a essere ospitato sul sito da cui proviene. Questo significa che puoi risparmiare banda, perché vengono utilizzate le risorse del sito sorgente.

È anche vero però che se il contenuto viene rimosso dal sito di origine, non sarà più visibile nemmeno sul tuo sito.

Per evitare che questo accada è bene controllare periodicamente il sito alla ricerca di “link rotti” (broken links).

Errore 404

Ci sono diversi strumenti che ti permettono di farlo tra cui Screaming Frog e la Google Search Console.

Nel caso di WordPress, è consigliabile evitare di utilizzare un plugin a questo scopo, controlla il nostro articolo sui plugin che rallentano WordPress per saperne di più.

Ricordati che non basta incorporare i contenuti nel tuo sito e aspettare di ricevere visite. Se vuoi far sì che il tuo sito compaia nei risultati di ricerca devi prestare attenzione anche a un altro aspetto dei contenuti ovvero ottimizzarli per le parole chiave per cui vuoi posizionarti.

Torneremo sull’argomento in un capitolo successivo di questa guida, quando parleremo di come ottenere traffico organico. Ora continuiamo a vedere dove trovare i contenuti per creare un sito porno.

Comprare e ridistribuire i contenuti

Come dicevamo all’inizio è importante avere i diritti per pubblicare i contenuti. Oltre a poter incorporare i video dalle fonti che lo consentono, puoi anche acquistare i diritti e riutilizzare i contenuti sul tuo sito web.

A quel punto puoi distribuire i contenuti gratuitamente e guadagnare dalle pubblicità, oppure offrirne la visione solo ai membri e invitare quindi i visitatori del sito a sottoscrivere un abbonamento.

Permettere agli utenti di caricare i propri contenuti

Un altro sistema per trovare contenuti è permettere agli utenti di caricare i propri video o le proprie foto.

Da una parte questo sistema ti permette di ottenere un flusso costante di nuovi contenuti e risparmiare tempo nella ricerca dei video da utilizzare per popolare il sito.

Dall’altra, però, nasconde anche più insidie, perché i contenuti non saranno facili da controllare.

In questi casi, infatti, puoi applicare dei termini e specificare che gli utenti possono caricare solo contenuti di cui hanno i diritti. Questo però non è sufficiente a tutelarti e potresti ricevere segnalazioni e reclami per violazione del copyright, e nella peggiore delle ipotesi ritrovarti anche ad avere a che fare con contenuti illegali.

Se scegli questa strategia dovrai, quindi, assicurarti di monitorare i contenuti caricati dagli utenti.

Utilizzare contenuti autoprodotti

Un’altra strada è quella di distribuire video e foto di produzione propria. Questa strategia rispetto alle altre che abbiamo visto è sicuramente più impegnativa e richiede anche maggiori investimenti.

Creare un sito porno e ottenere traffico organico

Per riuscire ad ottenere traffico organico, ovvero visite provenienti dai motori di ricerca, devi ottimizzare il tuo sito per cercare di ottenere il ranking più alto nelle ricerche.

Vediamo alcuni accorgimenti che dovresti tenere presente a partire dalla ricerca di parole chiave fino a come migliorare la struttura del sito.

Parti dalla ricerca delle parole chiave

Ci sono strumenti come SemRush, KWFinder, Ubersuggest e Ahrefs che ti permettono di trovare le parole chiave inerenti alla tua nicchia e di controllare anche cosa fanno i tuoi competitor.

Ubersuggest Ricerca Parole Chiave

La ricerca delle parole chiave ti permette di individuare le parole chiave con cui è più facile posizionarsi. Se stai per creare un sito porno o ne hai appena creato uno, dovresti puntare su parole chiave che hanno una Keyword Difficulty bassa.

La Keyword Difficulty anche definita keyword competition o seo difficulty, è una metrica che ti dà indicazioni su quanto è difficile posizionarsi nei risultati di ricerca organica.

Evita i contenuti duplicati

Devi sapere che Google e altri motori di ricerca tendono a nascondere i contenuti che vengono rilevati come duplicati (identici o molto simili tra loro). Questo si applica sia a contenuti presenti sullo stesso sito che in siti differenti.

Se hai deciso di creare un sito porno e incorpori i contenuti video da un sito differente, devi fare attenzione ai contenuti duplicati.

Contenuti Duplicati

Nella pratica quello che devi fare è riscrivere titoli, descrizioni e tag in modo che i contenuti di testo sul tuo sito non siano identici a quelli di altri siti.

Può capitare che sul sito ci siano pagine con contenuti molto simili tra loro. Per evitare i contenuti duplicati all’interno del tuo sito stesso puoi utilizzare i tag rel canonical.

Così facendo indichi a Google quale contenuto deve essere considerato come originale e, quindi, quale deve essere indicizzato.

Ottimizza i testi delle pagine

Se utilizzi WordPress ci sono diversi plugin che possono aiutarti a ottimizzare la SEO on page, come Yoast SEO o Rank Math SEO.

Ottimizza le URL

L’ottimizzazione SEO non si riferisce solo ai testi, in questo caso per esempio la descrizione dei video o i titoli, ma anche ad altri elementi.

Per esempio dovresti utilizzare URL corte e cercare di utilizzare al loro interno le parole chiave per cui vuoi posizionarti.

Crea la struttura del sito

Quali regole bisogna seguire per creare la struttura di un sito porno? Le stesse che seguiresti per creare quella di qualsiasi altro sito.

Devi organizzare le pagine del tuo sito in modo che gli utenti siano in grado di trovare facilmente quello che cercano.

Architettura Sito

Questo significa ad esempio che le pagine più importanti (per esempio le diverse categorie) devono essere collegate direttamente all’home page del sito.

Per aiutarti a strutturare i contenuti del tuo sito ci sono le categorie e i tag.

Le categorie ti permettono di raggruppare i contenuti simili. I tag ti permettono di mettere in evidenza punti di collegamento tra video o contenuti di categorie differenti. Inoltre con i tag puoi fornire informazioni aggiuntive su ogni contenuto.

Inserisci gli attributi delle pagine (meta tag HTML)

I meta tag HTML sono delle etichette che aiutano a fornire informazioni utili ai motori di ricerca.

Per esempio ci sono i tag hreflang che vengono utilizzati per indicare versioni tradotte di una singola pagina. A questo proposito se vuoi creare un sito porno e tradurre i contenuti in diverse lingue ti suggerisco di controllare il nostro articolo su come creare un sito WordPress multilingua.

Inoltre, i meta tag possono essere utilizzati anche per permettere ai motori di ricerca come Google, di filtrare il sito quando è attiva la SafeSearch.

Google Safesearch

I tag sono delle etichette che vengono inserite nell’header delle pagine web e consentono, in questo caso, di specificare che i contenuti di quella pagina sono destinati a un pubblico adulto. In questo modo software per il parental control riconoscono i tag e filtrano i risultati di ricerca o l’accesso al sito ai minori.

Puoi usare il tag RTA (Restricted to Adults) o ICRA (Internet Content Rating Association).

Analizza i risultati

Riuscire a mantenere buone posizioni nei risultati dei motori di ricerca non è facile e soprattutto richiede un impegno costante.

Dovrai tenere sotto controllo eventuali problemi, presenza di errori 404, link rotti, penalizzazioni da parte dei motori di ricerca, presenza di pagine non indicizzate.

Analisi Dei Dati

Per farlo ti possono venire in aiuto degli strumenti gratuiti come la Search Console e i Webmaster Tools di Bing.

È anche importante analizzare il comportamento dei visitatori e tenere traccia del numero di visite. In questo caso ti viene in soccorso un altro strumento del colosso di Mountain View, Google Analytics.

Creare un sito porno e guadagnare

Ora che abbiamo visto quali sono i passi principali per creare un sito porno, vediamo quali sono i sistemi per guadagnare.

Come si fa a guadagnare online attraverso il proprio sito web? Ci sono diversi sistemi, devi solo trovare il più efficace per il tuo sito.

Banner pubblicitari

Uno dei sistemi più semplici per guadagnare con il proprio sito porno è quello di utilizzare banner pubblicitari. In questo caso non pubblicità qualsiasi, ma pubblicità mirata per un sito con contenuti per adulti.

Banner Pubblicitari

Tra i network pubblicitari ricordiamo Exoclick, CrakRevenue e JuicyAds.

Come funzionano? Crei una campagna con uno dei network pubblicitari e inserisci i banner sul tuo sito.

Programmi di affiliazione

I programmi di affiliazione ti permettono di guadagnare delle commissioni ogni volta che qualcuno dal tuo sito visita un sito con cui sei affiliato e compie un’azione. Per esempio si registra a un altro sito, sottoscrive un abbonamento o fa un acquisto.

Affiliazione

Anche in questo caso ci sono diversi network di affiliazione tra cui CrakRevenue. Inoltre, xHamster ti permette anche guadagnare reindirizzando il traffico verso il loro sito.

Puoi fare riferimento ai termini delle partnership visitando i singoli siti.

Vendita di contenuti premium

Come abbiamo detto anche prima, un altro sistema è quello di vendere dei contenuti premium o fornire ai visitatori la possibilità di sottoscrivere dei piani di abbonamento.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Conclusioni

Abbiamo visto come muoversi per creare un sito porno, come avrai visto molti passaggi sono identici a quelli della creazione di un qualsiasi altro sito web. Devi però tenere in considerazione che ci sono alcuni aspetti in più da tenere in considerazione in questo caso. Per esempio non tutti gli hosting consentono la creazione di siti per adulti.

Una delle questioni da affrontare è dove trovare i contenuti per creare un sito porno, per questo abbiamo dedicato un capitolo di questa guida ai contenuti. Ci siamo anche concentrati su come ottimizzare il sito per i motori di ricerca e, ovviamente, sui sistemi che ci aiutano a monetizzare.

Questa guida cerca di coprire tutto quello che ti serve sapere se hai deciso di creare un sito porno da zero. Se c’è qualcosa che abbiamo tralasciato o qualche aspetto che vorresti approfondire, faccelo sapere con un commento.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down