fb-pixel

Guida completa a XAMPP per lo sviluppo in locale

Se vuoi creare un server di test locale, ad esempio per iniziare a creare il tuo sito in locale, XAMPP è ciò che fa al caso tuo.

In questa guida ti mostrerò come installare e configurare XAMPP e come usarlo nella pratica per installare WordPress in meno di cinque minuti.

Prima, però, ecco una breve introduzione a cos’è XAMPP.

Iniziamo!

Xampp Guida Completa

Cos’è XAMPP?

XAMPP è una piattaforma che ci permette di avviare un server locale sul nostro computer.

Il suo acronimo sta per Apache, MariaDB, PHP e Perl, mentre la X iniziale indica che si tratta di un programma cross-platform perché può essere utilizzato su più piattaforme.

Con questo programma, infatti, configuriamo un web server, Apache, abbiamo a disposizione i software necessari a interpretare le pagine web come PHP, e abbiamo MySQL per poter gestire il database.

In pratica tutto il necessario per poter installare in locale un CMS come WordPress, Joomla o PrestaShop. Infatti, XAMPP ci permette di iniziare a creare un sito prima di avere un hosting WordPress per renderlo accessibile a tutti.

Lo sviluppo di siti in locale è, infatti, uno dei motivi per utilizzare XAMPP o altre piattaforme simili come MAMP. Ovviamente il suo uso non si limita a questo, con XAMPP possiamo sviluppare diverse applicazioni web in locale grazie all’ambiente di test che andiamo a creare.

Come installare XAMPP

Per poter installare XAMPP ci basta scaricare il programma dal sito Apache Friends. Qui troveremo l’ultima versione rilasciata e potremo scaricare la versione compatibile con il nostro sistema operativo.

Uno dei vantaggi di XAMPP, infatti, è quello di essere un ambiente di sviluppo multipiattaforma.

Questo significa che potrai utilizzarlo con Windows, Linux e macOS. Inoltre è possibile installarlo ed eseguirlo direttamente da una chiavetta USB.

Per scaricare l’ultima versione di XAMPP ci basta cliccare su uno dei pulsanti che vediamo in home page e che ho evidenziato nella schermata qui sotto.

Scaricare Xampp Pagina Download

Mentre sto scrivendo questa guida l’ultima versione disponibile è la 8.2.12.

Dopodiché eseguiamo il file e verrà avviata la procedura guidata. Il wizard è molto semplice ed auto esplicativo per cui non ho ritenuto necessario riportare tutti gli step.

Potrai scegliere quali componenti aggiuntivi installare e la cartella di installazione. Annotati quest’ultima perché ci servirà poi in seguito. Di default, su Windows, il percorso sarà C:\xampp.

Completata l’installazione, possiamo avviare XAMPP.

Passiamo quindi al passo successivo: il pannello di controllo.

Configurazione e avvio dei moduli

Dopo aver avviato XAMPP, ti troverai davanti a una schermata di questo tipo.

Xampp Attivare Moduli

L’interfaccia di XAMPP è abbastanza semplice da comprendere.

Vediamo una lista di moduli come Apache e MySQL e accanto ad essi dei pulsanti di azione di cui parleremo dopo.

Sulla destra possiamo vedere altri pulsanti: Config, Netstat, Shell, Explorer, Services, Help e Quit.

Config: ci permette di accedere alla configurazione di XAMPP. Da qui possiamo scegliere se avviare in automatico alcuni moduli all’avvio del programma e cambiare l’editor predefinito.

Configurazione Xampp Impostazioni

Netstat: ci mostra una lista dei processi in esecuzione.

Shell: avvia il terminale.

Explorer: apre la cartella in cui abbiamo installato XAMPP.

Services: apre i servizi in esecuzione sul computer.

Help: ci rimanda alla guida.

Quit: serve per chiudere XAMPP. Se clicchi sulla “X” il programma non verrà chiuso, ma continuerà a essere eseguito in background.

Ora che hai una panoramica del pannello di controllo di XAMPP, passiamo ai moduli.

Per ogni modulo vediamo quattro pulsanti:

Start / Stop: ci permette di avviare e interrompere l’esecuzione di quel modulo.

Admin: ci permette di accedere all’area di amministrazione. Nel caso di MySQL, aprirà sul browser l’interfaccia di phpMyAdmin per permetterci di gestire i database. Possiamo anche raggiungerla dall’indirizzo “http://localhost/phpmyadmin/”. Cliccando sul pulsante Admin accanto ad Apache veniamo rimandati a “http://localhost/dashboard/” dove possiamo vedere la dashboard locale di XAMPP con le relative guide e i link utili.

Config: cliccandoci possiamo aprire i file di configurazione. Per esempio per Apache possiamo accedere al file httpd.conf e al php.ini.

Logs: Apre i file di log che ci aiutano a identificare gli errori.

Per testare il nostro server locale, possiamo avviare i moduli Apache e MySQL e visitare l’indirizzo “http://localhost/” dal nostro browser. In alternativa possiamo cliccare direttamente sul pulsante “Admin” accanto ad Apache per essere inviati in automatico alla dashboard.

Prima di vedere un caso d’uso pratico di XAMPP, ti spiego come fare a cambiare le porte.

Nella maggior parte dei casi puoi saltare questo passaggio se la configurazione di base non ti dà problemi.

Cambiare le porte su XAMPP

Per vedere le porte di default utilizzate dai moduli, possiamo cliccare su Config (il pulsante a destra con la chiave inglese) > Service and Port Settings.

Visualizzare Porte Di Default Xampp

Qui vedremo le porte principali e la porta SSL per ogni servizio, come ti ho mostrato in questo esempio in cui vediamo le porte di default di Apache.

Una nota importante: se devi cambiare le porte in uso, dovrai modificare i file di configurazione del singolo modulo, cliccando sul pulsante Config corrispondente.

Per esempio per Apache dovrai cambiare il numero della porta nel file httpd.conf alle seguenti righe:

Listen 80
ServerName localhost:80

Dopo aver riavviato XAMPP, i cambiamenti saranno effettivi.

Per assicurarti che la porta sia cambiata correttamente, clicca su “Netstat” dopo aver avviato Apache e vedrai quale porta sta utilizzando. I processi di Apache sono identificati con il nome “httpd.exe”. In questo esempio Apache sta usando le porte di default: 80 e 443.

Porte Usate Da Apache

Le vedrai anche indicate nella schermata principale di XAMPP:

Porte Usate Da Apache Xampp

Ricordati che se cambi porta, per accedere al tuo sito dovrai visitare l’indirizzo “localhost:8080” dove dovrai sostituire “8080” con il numero di porta che stai usando. Di default viene usata la porta 80 e non è quindi necessario scriverla esplicitamente.

Prima di cambiare la porta, controlla se è già in uso. Puoi farlo cliccando su “Netstat” e ordinando in base al numero di porta, in questo modo vedrai i servizi attivi su ogni porta.

Tieni presente che c’è un conflitto noto con la porta 80 che viene utilizzata anche da altri servizi, tra cui Skype. Per questo motivo hai due soluzioni: puoi cambiare le impostazioni di Skype in modo che usi una porta alternativa, oppure cambiare la porta usata da Apache, proprio come abbiamo appena visto.

Adesso che hai le basi su come usare XAMPP, passiamo a un esempio pratico e vediamo come installare WordPress con XAMPP.

Installare WordPress con XAMPP

Nella guida su come installare WordPress, ti abbiamo mostrato i modi per installare WordPress su un server remoto.

Abbiamo anche visto come installare WordPress in locale usando Local.

Adesso, vedremo come fare utilizzando XAMPP.

L’installazione di WordPress con XAMPP richiede questi passaggi:

  1. Scarichiamo i file di WordPress da wordpress.org.
  2. Estraiamo il file zip e spostiamo la cartella “wordpress” in C:/xampp/htdocs.
  3. Creiamo il database.
  4. Avviamo la procedura di installazione.

Adesso ti mostrerò questi passaggi uno ad uno.

Scaricare WordPress

Il primo passo è collegarci su wordpress.org e scaricare l’ultima versione di WordPress.

Scarica WordPress 643

Mentre scrivo questa guida l’ultima versione disponibile è la 6.4.3.

Spostare la cartella con i file di WordPress

Quindi estraiamo il file zip e copiamo la cartella “wordpress” all’interno di: C:/xampp/htdocs.

Nota: quando estrai il file zip verrà creata una cartella “wordpress.6.4.3”, devi aprirla e copiare la cartella al suo interno, quella chiamata “wordpress”.

“Htdocs” è la cartella di XAMPP in cui possiamo inserire tutti i file dei nostri siti.

Possiamo rinominare la cartella “wordpress” con il nome del nostro sito. L’importante è ricordarci come la chiamiamo perché ci servirà dopo.

Caricare WordPress Nella Cartella Htdocs Di Xampp

Creare il database

Adesso dobbiamo creare il database per il nostro sito WordPress.

Apriamo XAMPP e avviamo Apache e MySQL.

Clicchiamo sul pulsante Admin vicino a MySQL per accedere a phpMyAdmin. Puoi anche accedere direttamente all’indirizzo http://localhost/phpmyadmin/.

Clicchiamo su “Nuovo” e inseriamo il nome del database per esempio “wpdb”, poi clicchiamo su “Crea”.

Creare Nuovo Database Phpmyadmin Xampp

Avviamo l’installazione di WordPress

Adesso apriamo una nuova scheda del browser e visitiamo l’indirizzo http://localhost/wordpress/.

Ricordati che devi sostituire “wordpress” con il nome esatto della cartella che hai creato in httdocs.

In questo modo ci troveremo davanti alla procedura guidata di installazione di WordPress.

Nella prima schermata ci viene ricordato che dobbiamo conoscere i dati del database per poter procedere con la configurazione. Clicchiamo su “Iniziamo!”.

Installare WordPress Xampp Passo 1

Eccoci al secondo passaggio:

  • Nome del database: inseriamo il nome del database che abbiamo appena creato. Nel nostro caso “wpdb”.
  • Nome utente: root
  • Password: possiamo lasciare il campo vuoto
  • Host del database: localhost
  • Prefisso tabella: possiamo lasciare “wp_”
Installare WordPress Xampp Passo 2

Nel prossimo passaggio possiamo cliccare su Avvia installazione. Tieni presente che se ci sono errori verranno mostrati qui.

Installare WordPress Xampp Passo 3

A questo punto possiamo inserire le informazioni di base del nostro sito:

  • titolo del sito
  • nome utente
  • password
  • email.

Queste informazioni ci serviranno per accedere all’area di amministrazione di WordPress.

Installare WordPress Xampp Passo 4

L’ultima schermata ci comunicherà che l’installazione è andata a buon fine. Adesso potrai cliccare su Accedi per essere rimandato all’area di login di WordPress.

Installare WordPress Xampp Passo 5

Per accedere ti basterà inserire i dati appena scelti: nome utente e password.

Collegarti al sito da altri dispositivi

Se stai usando più computer connessi alla stessa rete locale, puoi collegarti al server creato con XAMPP anche da altri dispositivi oltre a quello su cui hai installato XAMPP.

Per farlo devi conoscere l’IP locale del computer su cui hai avviato XAMPP.

Dal computer su cui hai avviato XAMPP, apri il prompt dei comandi e digita:

ipconfig

Questo comando ti restituirà le informazioni di rete tra cui l’IPv4. L’indirizzo locale sarà del tipo 192.168.1.1.

Adesso puoi collegarti da un altro dispositivo, ad esempio dal cellulare o da un altro computer (devi essere sempre collegato alla stessa rete locale) all’indirizzo:

192.168.1.1/wordpress/

Nella prima parte dell’indirizzo dovrai inserire l’IP locale del computer su cui è avviato il server, nella seconda il nome della cartella con i file del sito.

Ecco fatto!

Conclusioni

Se hai letto questa guida fino alla fine, ora sai come usare XAMPP per creare un ambiente di test.

Nel tutorial ti ho mostrato passo passo come installare WordPress con XAMPP. Ricorda però che puoi usare questo strumento non solo per testare siti web, ma qualsiasi applicazione che richieda Apache, MySQL e PHP.

E tu, per cosa lo userai? Facci sapere con un commento.


Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *