fb-pixel
Logo Supporthost
Log in

Flesch Reading Ease e altri indici di leggibilità

Luglio 26, 2021 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Il Flesch Reading Ease è un indice di leggibilità il cui scopo è misurare la facilità di lettura, o meglio di comprensione di un testo. In questo articolo vedremo quali sono i diversi indici di leggibilità utilizzati per analizzare i testi, che genere di informazioni ci danno e quanto contano in termini di SEO.

Vedremo anche quali sono i limiti di questi tipi di test e il motivo per cui sono stati sviluppati degli indici che si adattino alle diverse lingue in cui sono scritti i contenuti. Per prima cosa vediamo su che parametri si basano queste analisi.

Gli indici di leggibilità

In genere i test di leggibilità prendono in considerazione alcuni elementi chiave per determinare un punteggio.

Tra questi parametri ci può essere la lunghezza delle frasi, spesso conteggiando il numero di parole, e la lunghezza delle parole stesse, considerando la lunghezza in lettere oppure in sillabe. Questi criteri per analizzare il testo vengono usati con formule matematiche che permettono di ottenere un indice di leggibilità.

Ognuno di questi indici, quindi, tiene in considerazione criteri specifici e soprattutto è sviluppato per una determinata lingua.

L’indice Flesch Reading Ease

Il primo test di leggibilità fu proposto dallo studioso americano Rudolf Flesch. Flesch propose il suo metodo nel 1948 utilizzando dapprima una scala da 0 a 100, nasce così l’indice Flesch Reading Ease.

La formula di Flesch prende in considerazione due parametri per determinare la difficoltà di comprensione di un testo:

  • la lunghezza media delle parole, contando il numero di sillabe
  • la lunghezza media delle frasi, contando il numero di parole.

Utilizzando questi due valori in un’equazione si ottiene un punteggio compreso tra 0 e 100.

Flesch Reading Ease Formula

Dove S equivale alla lunghezza media delle parole, calcolata su 100 parole, e W corrisponde alla lunghezza media delle frasi.

Per ottenere S dovremo dividere il numero di sillabe totale per il numero di parole. Otteniamo, invece, W dividendo il numero di parole totali per il numero di frasi.

Il risultato sarà quindi l’indice di leggibilità, ma come si interpreta questo punteggio?

Quando il valore ottenuto dalla formula si avvicina a zero il testo è difficile da comprendere, mentre i testi più semplici sono quelli che ottengono i risultati più vicini a cento.

Rapportando i punteggi al livello scolastico si ottiene questa corrispondenza.

IndiceLivello scolastico (USA)Livello scolasticoInterpretazione del punteggio
100 – 90Quinto gradoScuola primariaFacile da capire per un bimbo di undici anni
90 – 80Sesto gradoScuola secondaria di primo gradoFacile da leggere, al pari di una conversazione
80 – 70Settimo gradoScuola secondaria di primo gradoPiuttosto semplice
70 – 60Ottavo e nono gradoScuola secondaria di secondo gradoFacile per un ragazzo tra i 13 e i 15 anni
60 – 50Dal decimo al dodicesimo gradoScuola secondaria di secondo gradoAbbastanza difficile
50 – 30CollegeUniversitàDifficile
30 – 10College (al termine degli studi)Laureati o Post laureaMolto difficile
10 – 10ProfessionaleLaureati o Post laureaEstremamente difficile

Successivamente Flesch insieme a Peter Kincaid aggiornarono l’indice di leggibilità per ottenere una nuova formula chiamata indice Flesch–Kincaid. Con questo nuovo indice è possibile ottenere direttamente il grado di istruzione necessario per la comprensione di un determinato testo. Per questo motivo l’indice viene anche definito Flesch–Kincaid Grade Level.

Anche in questo caso si prendono in considerazione la lunghezza delle frasi e la lunghezza delle parole. I due parametri si inseriscono in questa formula:

Fleschkincaid Formula

Dove W è il numero medio di parole per frase che si ottiene dividendo il totale delle parole per il numero complessivo di frasi. S invece rappresenta il numero medio di sillabe per parola, ovvero il totale delle sillabe diviso per il totale della parole.

L’indice Gunning Fog

Un secondo indice sviluppato sempre per l’inglese è quello proposto da Robert Gunning nel 1952. Anche in questo caso l’indice è volto a stabilire il livello di istruzione che bisogna avere per comprendere un determinato testo.

I parametri presi in considerazione sono:

  • numero di parole
  • numero di frasi
  • percentuale di parole difficili.

Si ottiene quindi la seguente formula per l’indice Gunning Fog:

Gunning Fog Formula

Dove W/S è il rapporto fra il numero di parole e di frasi, mentre D/W è il rapporto tra parole difficili e il numero totale di parole.

Quest’indice, rispetto alla formula di Flesch introduce quindi una nuova variabile, prendendo in considerazione le parole più complesse e distinguendole da quelle di uso comune.

Per parole difficili o complesse si considerano tutte quelle composte da tre o più sillabe. Fanno eccezione le parole composte, le coniugazioni dei verbi e gli avverbi.

Il punteggio ottenuto va da 6 che equivale al livello di istruzione di uno studente tra gli 11 e i 12 anni (prima media o sesto grado) fino a 17 ovvero il livello di istruzione di un laureato.

L’adattamento Flesch Reading Ease italiano

La formula così come l’abbiamo vista è stata strutturata sulla lingua inglese, per questo motivo negli anni successivi alla sua pubblicazione ci sono stati degli adattamenti della formula in base alle altre lingue.

Ad esempio l’adattamento Kandel – Moles per il francese, la formula Fernandez – Huerta per adattare l’indice allo spagnolo e l’adattamento Franchina – Vacca per l’italiano.

L’adattamento Flesch Reading Ease italiano proposto nel 1972 segue questa formula:

Franchina Vacca 1972 Formula

Dove S è il numero medio di sillabe per parola e P è il numero medio di parole per frase.

L’indice Franchina – Vacca fu successivamente modificato nel 1986 con questa formula:

Franchina Vacca 1986 Formula

L’adattamento nasce da un test eseguito da Vacca su due versioni dello stesso testo in italiano e in inglese. Utilizzando la formula precedente i due testi mostravano valori di leggibilità diversi. La formula è stata quindi modificata per ottenere una maggiore corrispondenza tra i testi nelle due lingue.

La semplicità di utilizzo della formula si riduce a causa del sistema di sillabazione e quindi della difficoltà di conteggiare le sillabe con un calcolo automatico. Per questo motivo sono stati sviluppati anche indici che non tengono in considerazione le sillabe.

Un esempio è costituito dall’indice GULPEASE che utilizza il numero di lettere per misurare la lunghezza delle parole.

L’indice GULPEASE

Nel 1988 il Gruppo Universitario Lingustico Pedagogico dell’Università La Sapienza di Roma ha sviluppato un test per valutare la facilità di comprensione dei testi in italiano, il Gulpease.

L’indice nasce con lo scopo di rendere più facile ricavare il punteggio del test attraverso il calcolo automatico. Proprio per questo motivo anziché valutare la lunghezza delle parole in sillabe si utilizza il numero di lettere.

Per valutare la facilità di lettura di un testo vengono presi in considerazione due parametri: la lunghezza delle parole, intesa come numero di lettere, e la lunghezza delle frasi. I valori vengono inseriti in questa formula:

Gulpease Formula

La scala di punteggi ottenuti dalla formula può essere interpretata in base al livello di istruzione seguendo queste indicazioni:

  • punteggio inferiore a 80 risulta difficile per chi ha la licenza elementare
  • punteggio inferiore a 60 risulta difficile per chi ha la licenza media
  • punteggio inferiore a 40 risulta difficile per chi ha un diploma superiore.

Misurare l’indice di leggibilità di un testo

Per valutare la leggibilità di un testo oltre a poter utilizzare una delle formule che abbiamo visto e calcolare l’indice manualmente, è anche possibile utilizzare degli strumenti che ci facilitano il lavoro.

Nello specifico vedremo come ottenere l’indice di leggibilità usando editor di testo, strumenti online e plugin WordPress.

Statistiche di leggibilità con Microsoft Word

Il pacchetto office e in particolare Word include statistiche sulla leggibilità del testo portando come riferimento il punteggio del Flesch Reading Ease e quello del Flesch-Kincaid Grade Level.

Per attivare le statistiche bisogna abilitare l’opzione Mostra le statistiche di leggibilità dalle impostazioni del programma. Dopodiché bisogna avviare il Controllo ortografia e grammatica e far analizzare il testo. Puoi selezionare lo strumento dalla barra superiore o premendo F7.

Dopo aver corretto (o ignorato) gli errori presenti, ti verrà mostrato un box come quello che vedi qui sotto che riporta l’analisi di leggibilità del testo.

Statistiche Di Leggibilita Word Testo Inglese

Per i testi in inglese, come vedi nella schermata qui sopra, viene utilizzato l’indice Flesch Reading Ease e Flesch-Kincaid.

L’analisi dei testi in italiano, invece, ci mostra l’indice Gunning Fog e Gulpease.

Statistiche Di Leggibilita Word

Strumenti online per la leggibilità

Per valutare la leggibilità direttamente online si può usare il sito dell’indice Gunning Fog.

Un altro strumento utile è Readable di WebFX che ti permette di calcolare il punteggio di leggibilità copiando e incollando un testo oppure di eseguire il test di una pagina web direttamente inserendo l’URL.

Il testo verrà analizzando secondo più indici tra cui Flesch Reading Ease, Flesch–Kincaid e indice Gunning Fog. Verranno inoltre mostrate le statistiche dell’analisi con il numero di parole, di frasi e di parole complesse.

Calcolo della leggibilità online per l’italiano

Sul sito farfalla-project puoi calcolare la leggibilità di un testo in italiano copiando e incollando il tuo testo nel box, come vedi qui sotto. Per l’analisi viene utilizzato l’indice Gulpease.

Farfalla Project Indice Gulpease

Yoast SEO e il punteggio Flesch Reading Ease

Il punteggio degli indici di leggibilità e in particolare quello del Flesch Reading Ease viene spesso inserito nei tool per la SEO. Un esempio è dato dal plugin Yoast SEO che ci permette di ottenere i punteggi di leggibilità degli articoli su WordPress.

Yoast SEO misura la leggibilità utilizzando la formula di Flesch e restituendo un risultato compreso tra 0 e 100. Come abbiamo visto maggiore è il punteggio ottenuto, più il testo sarà facile da leggere. In questo esempio un punteggio maggiore di 60 è considerato accettabile.

Yoast Seo Flesch Reading Ease Verde

Per aiutarci a comprendere a colpo d’occhio il risultato il plugin non ci mostra soltanto il punteggio ma anche un semaforo verde, giallo o rosso. Come vedi in questo esempio un punteggio al di sotto di 60 è considerato abbastanza difficile da leggere e mostrerà quindi un indicatore arancione.

Yoast Seo Flesch Reading Ease Arancione

Cos’altro ci dice Yoast SEO sulla leggibilità? Oltre a darci indicazioni sull’indice Flesch Reading Ease, il plugin ci fornisce altre indicazioni che ci aiutano a scrivere un articolo più scorrevole.

L’analisi, infatti, effettua anche un controllo sulla lunghezza dei paragrafi e delle frasi e verifica che ci siano abbastanza parole di transizione. Viene anche tenuta in considerazione la distribuzione dei sottotitoli (tag header) all’interno del testo e la variabilità delle frasi. In particolare il tool si assicura che non ci siano frasi consecutive che iniziano allo stesso modo.

Ma perché la leggibilità dei testi dovrebbe essere importante per la SEO?

Flesch Reading Ease e SEO

In base alle affermazioni di John Mueller l’algoritmo utilizzato per il posizionamento su Google non include i punteggi di leggibilità. Questo significa che l’alto indice di leggibilità di un testo non avrà un impatto diretto sulla SEO.

Perché allora concentrarsi tanto sul rendere gli articoli più comprensibili? Per lo stesso motivo per cui il contenuto delle tue pagine è importante ai fini di un analisi SEO del tuo sito.

Quello che bisogna considerare è che Google ha sempre a cuore l’esperienza degli utenti e di conseguenza anche i tuoi contenuti dovrebbero essere scritti in funzione del pubblico a cui ti rivolgi.

Per questo, più che concentrarti sui punteggi di leggibilità in valore assoluto, dovresti cercare di capire se il contenuto è abbastanza facile da leggere per il tuo pubblico.

Ti basta partire da una semplice considerazione: se i lettori non comprendono quello che hai scritto cercheranno le stesse informazioni su un altro sito, abbandonando irrimediabilmente il tuo. E ricorda che il tempo di permanenza degli utenti sul tuo sito è un fattore importante.

Conclusioni

Abbiamo visto come l’indice Flesch Reading Ease viene utilizzato per analizzare il livello di leggibilità dei contenuti. Si tratta di uno degli indici di leggibilità tra i più usati e viene utilizzato anche da strumenti per la SEO on page come Yoast SEO. Accanto alla formula di Flesch ci sono anche altri indici pensati per la lingua inglese e per l’italiano, oltre alle formule adattate per funzionare con l’italiano.

Conoscevi già l’utilità degli indici di leggibilità? Quanto peso dai alle indicazioni sulla leggibilità fornite dai tool per la SEO sui contenuti che pubblichi? Fammi sapere con un commento.

Potrebbe interessarti anche:

Come Scrivere Un Articolo Per Un Blog
Come scrivere un articolo per un blog
Oggi voglio spiegarti come fare a scrivere un articolo per un blog che raggiunge i primi risultati su Google, che […]
Seo Come Usare I Tag H1 H2 E H3
SEO: come usare i tag header
Il Tag H1 è utilizzato per identificare il titolo della pagina o di un articolo, possiamo considerarlo un’intestazione che fornisce […]
Eseguire Una Analisi Seo Del Tuo Sito
Eseguire una analisi SEO del tuo sito
Negli anni abbiamo fatto analisi SEO (search engine optimization) per i nostri clienti oltre per i nostri progetti e letto tutti gli […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

crossmenu