fb-pixel

Le migliori alternative a YouTube

24 Marzo 2022 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

YouTube è tra le piattaforme più utilizzate al mondo, esistono però delle valide alternative a YouTube che non tutti conoscono. Nelle prossime righe scoprirai quali sono le piattaforme video e streaming da poter utilizzare per vedere video, ascoltare musica o caricare i tuoi contenuti, anziché affidarti al colosso mondiale.

La maggior parte di noi quando vuole sentire una canzone o cercare un video tutorial si affida a YouTube. Questa incredibile piattaforma, nata nel 2005, offre infatti una numerosa quantità di contenuti di ogni genere e di ogni settore, quindi non è difficile immaginare perché ogni mese circa 2 miliardi di persone in tutto il mondo si affidano a lei.

E non è difficile neanche capire perché nel 2021 è stato il secondo social network maggiormente utilizzato al mondo, eppure online hai la possibilità di trovare tante valide alternative alcune molto similari a YouTube, altre invece con funzionalità differenti. Nelle prossime righe ti parleremo di queste piattaforme ed avrai la possibilità di scoprire le migliori alternative a YouTube.

Alternative A Youtube

Dailymotion

La piattaforma Dailymotion nasce nel 2005 in Francia ed è sicuramente una delle principali alternative a YouTube. Ha una grafica molto similare a YouTube ma presenta dei limiti nel caricamento dei file. Su Dailymotion è possibile caricare file di massimo 2GB, 60 minuti di lunghezza e risoluzione in 4K.

Dailymotion è molto diffusa in Europa, Asia e Africa e conta circa 3,5 miliardi di visualizzazioni di video ogni mese. Puoi scegliere di utilizzare la piattaforma per caricare i tuoi video ma è necessario creare un account per poterlo fare. Ti offre inoltre la possibilità di monetizzare con le visualizzazioni grazie ad un programma di revenue share.

Dailymotion Alternative A Youtube

Una funzione molto interessante è il “video del giorno” che puoi trovare nella home page e che rimanda al video più popolare della giornata, la home page è strutturata per categoria dando la possibilità di trovare i video per gruppo interesse, per popolarità o per tendenza.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Vimeo

Vimeo è una piattaforma di video con un’altissima qualità, è stato creato da dei registi ed è ad essi che è destinata ma è aperta a tutti. Di fatti su questa piattaforma è possibile trovare contenuti video professionali di ogni genere tra cui documentari, filmati e video musicali. Nella piattaforma puoi caricare e vedere video con risoluzione Ultra HD e 4K.

Vimeo

Esistono diverse versioni di Vimeo, la prima è quella base ed è gratuita ti permette di utilizzare un archivio di 250 GB l’anno, parliamo perciò di 500 MB a settimana. Ci sono poi le versioni a pagamento che prevedono quattro piani differenti Plus, Pro, Business e Premium che ti danno una serie di funzionalità aggiuntive tra queste la possibilità di vendere i tuoi contenuti.

Tu come utente hai perciò la possibilità di scegliere il piano più adatto alle tue esigenze. Grazie ai suoi video di alta qualità è il preferito dai professionisti di ogni settore ed è tra le più valide alternative a YouTube.

Dtube

Dtube nasce insieme al social network Steemit dal momento che è parte di esso, a lanciarlo è l’azienda statunitense Steemit nel 2016. I video si caricano attraverso Dtube e poi vengono distribuiti attraverso Steemit che è una piattaforma social per video e blogging.

La distribuzione è basata su blockchain e a scegliere i computer che verranno coinvolti per la produzione di nuovi blocchi sono tutti gli utenti attraverso una votazione. Ogni utente ha a disposizione 5 voti.

Dtube

Questo sistema permette ai partecipanti alla piattaforma di ricevere ricompense in criptovaluta ogni volta che si interagisce sulla piattaforma o si caricano dei nuovi video.

Oltre a questa particolarità, un suo punto a favore è sicuramente quello di essere privo di qualsiasi tipo di pubblicità. L’utilizzo di questa piattaforma è sicuramente più particolare e complesso rispetto a quello a cui gli utenti sono abituati ma già nel 2019 contava oltre 189 mila creatori di contenuti, un dato che cresce anno dopo anno.

Metacafe

Metacafe è un’altra piattaforma video che vale la pena menzionare tra le alternative a YouTube. La piattaforma è simile al colosso che fa capo a Google, sia per come vengono realizzati i video sia per l’utilizzo che ne viene fatto. Metacafe è particolarmente focalizzata sui video brevi che vengono caricati direttamente dagli utenti, per questo offre contenuti di ogni genere.

Il punto di forza di questa piattaforma è sicuramente la sua semplicità, è comoda e molto intuitiva. Il menu principale rimanda ai contenuti più recenti, di tendenza e popolari. Il menu secondario invece, che troviamo sulla sinistra, permette ad ogni utente di cercare il video che preferisce e di poterlo trovare in base alla categoria. Da agosto del 2021 la piattaforma risulta essere inattiva.

Twitch

Se sei un amante dei videogiochi una valida alternativa a YouTube è sicuramente Twitch. Il portale è un live streaming particolarmente concentrato su due temi: videogiochi e sport.

Questa azienda nasce nel 2011 con una versione beta ma già dopo 2 anni dal suo lancio contava oltre 45 milioni di spettatori. Nel 2014 Amazon ha comprato l’azienda e ha creato il colosso che conosciamo oggi, con un servizio chiamato Twitch Prime che offre giochi gratuiti, abbonamenti, streaming senza pubblicità e molto altro.

Inoltre ogni anno viene organizzata la TwitchCon, una convention per gli appassionati con date in USA e in Europa.

Twitch

I contenuti presenti sulla piattaforma sono accessibili a tutti e basta una semplice registrazione gratuita per poterli vedere, si hanno però diverse funzionalità aggiuntive rispetto ai classici canali come la funzione di messaggistica, la possibilità di seguire degli account o canali specifici, e l’invito d’iscrizione per i propri amici.

Tutti possono trasmettere online in streaming gratuitamente purché si disponga di un software adatto. Anche se il portale nasce come mezzo di condivisione tra privati molto spesso è possibile assistere a streaming professionali soprattutto quando si tratta di grandi eventi legati all’e-sport.

Grazie ai programmi di affiliazione o di partner ogni utente ha la possibilità di guadagnare sulla piattaforma. Tutti i video presenti sulla piattaforma sono in live streaming. Inoltre, si può abilitare l’archiviazione delle live e consentire agli utenti di vederle nei 60 giorni successivi alla trasmissione in diretta.

Vevo

Vevo è una piattaforma video dedicata alle performance musicali. Questa piattaforma è stata fondata dalle principali case discografiche esistenti al mondo: Universal, Sony e EMI. Oggi conta circa 24 miliardi di visualizzazioni ogni mese, non è ancora però disponibile per ogni paese nel mondo.

Vevo

Inizialmente questa piattaforma era nata come mezzo streaming per la visualizzazione di video musicali, oggi però non esiste più l’app principale e tutti i contenuti che sono fruibili sulla piattaforma sono visibili solo ed esclusivamente attraverso altre piattaforme tra cui YouTube, Apple TV e altre.

Oggi perciò è uno strumento che si occupa di diffondere video musicali di grandi artisti, performance dal vivo, clip video, backstage, concerti e molto altro ma solo ed esclusivamente di personaggi famosi legati al mondo musicale.

VidLii

Questa piattaforma nasce nel 2015 da uno studente universitario e ad oggi è ancora tra le più utilizzate tra i creatori di contenuti amatoriali. Questa è infatti la sua funzione principale, al suo interno perciò abbiamo la possibilità di trovare tantissimi video realizzati per gioco, non hai la possibilità di trovare video professionali.

Vidlii

I contenuti toccano tutte le categorie ed è possibile trovare video di ogni genere, tranne i videoclip musicali professionali. I suoi punti di forza sono sicuramente la facilità di caricare video e di poterli condividere rapidamente.

Ogni utente che si registra ha la possibilità di creare un proprio canale che può rendere pubblico o privato, e può anche scegliere di seguire i canali altrui. La piattaforma VidLii è sicuramente tra le alternative a YouTube, visto che si ispira ad esso e ne conserva le principali caratteristiche.

Instagram Video

Da tempo Instagram dà la possibilità di condividere non più solo immagini ma anche video, nel tempo questa possibilità si è evoluta e ha dato maggiore spazio ai video lunghi. Questo è stato possibile con la creazione di Instagram Video, di Canali IGTV e con la possibilità di mettere video nel feed più lunghi.

È possibile caricare il proprio video attraverso l’app principale e molto facilmente, i video devono avere una lunghezza compresa tra i 15 secondi e un’ora.

Instagram

La caratteristica principale di questa applicazione è che permette ad ogni utente di migliorare il video nell’editor aggiungendo emoticon, cambiando filtro, ruotando l’immagine e un’altra serie di elementi.

Instagram è completamente gratuito e per trovare i contenuti di tuo interesse dovrai avvalerti degli hashtag, ecco perché è importante che se sei un creatore video li utilizzi all’interno della descrizione del tuo video per farlo trovare dagli altri utenti.

Puoi approfondire i formati usati per la pubblicazione dei video e per i canali IGTV leggendo la nostra guida alla dimensioni delle foto su Instagram.

Veoh

Continuiamo la nostra lista di alternative a YouTube con Veoh. È stato fondato nel 2005, il suo punto di forza è quello di essere una piattaforma video che ti permette di caricare video di qualsiasi lunghezza e formato.

Questa piattaforma ci mette a disposizione per lo più video professionali, contenuti di approfondimento, contenuti televisivi, show, e numerose serie.

Veoh offre anche la possibilità di trovare video musicali o film però si tratta principalmente di contenuti storici e grandi classici. I contenuti disponibili in italiano sono veramente pochi, li troviamo per lo più in lingua inglese.

The Internet Archive

Non tutti conoscono The Internet Archive questo perché è sicuramente una piattaforma molto differente rispetto a YouTube. La piattaforma offre tantissimi contenuti di ogni genere tra cui anche libri e software.

Troviamo però anche contenuti musicali, filmati e video, documentari, vecchi notiziari, film d’epoca che rappresentano il suo grande punto di forza. Su questa piattaforma possiamo infatti trovare tantissimi contenuti che altrove sarebbero introvabili, possiamo considerarlo perciò una grande biblioteca online.

Internet Archive Sezione Movie
La sezione Movie di Internet Archive

Tra le altre cose, la Wayback Machine di Internet Archive raccoglie anche le copie di oltre 500 miliardi di pagine web e può essere quindi utilizzata per recuperare le istantanee del passato di alcune pagine web, similmente a quanto è possibile fare con la Google cache.

Facebook Watch

Facebook Watch è un’altra delle principali alternative a YouTube, negli ultimi anni Facebook ha incrementato le funzionalità video e ha dato vita a questa sezione. La sezione ti permette di sfogliare e vedere tantissimi video di ogni tipologia.

Facebook

I contenuti vengono visionati in base alle tendenze, ai propri interessi, e alla cronologia nonostante questo si ha però anche la possibilità di trovare contenuti grazie alla classica lente di ingrandimento. Si ha la possibilità di caricare video fino a 10GB con una lunghezza massima di 4 ore, il pubblico potenziale è maggiore rispetto a YouTube e questo lo rende particolarmente interessante.

Inoltre ti permette di guadagnare grazie agli annunci pubblicitari. Tutti gli utenti possono caricare video e renderli visibili a tutti, o privati o visibili ad una stretta nicchia di persone. Questo strumento è particolarmente utilizzato dai Vlogger, dagli chef e dai creatori di contenuti.

Twitter Video

Se sei un appassionato degli eventi sportivi allora puoi affidarti a Twitter che negli ultimi anni ha puntato moltissimo su questa funzionalità dando spazio e visibilità soprattutto agli eventi sportivi.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis
Twitter

Qualsiasi utente può scegliere di caricare e condividere video sulla piattaforma, la versione live streaming è sicuramente molto interessante mentre i video per il momento hanno ancora molti limiti. È infatti possibile caricare video fino ad un massimo di 140 secondi. Si tratta quindi di una buona scelta tra le alternative a YouTube, a patto di non volersi concentrare sui video di lunga durata.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto una numerosa varietà di piattaforme che si possono considerare delle valide alternative a YouTube. Ognuna di esse ha però delle specifiche caratteristiche, quindi alcune di loro sono utilizzabili solamente in alcuni casi. Ciò nonostante possiamo sfruttarle a nostro vantaggio ogni volta che ne abbiamo la necessità.

Molte di queste piattaforme sono presenti online da anni, altre sono delle new entry ancora in fase di evoluzione e sviluppo ma non per questo sono inferiori a YouTube. Tra queste piattaforme sicuramente potrai trovare quella più giusta per te.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down