fb-pixel

Sito ad alto traffico: case study

14 Marzo 2022 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

In questo articolo andiamo a vedere come abbiamo impostato una soluzione ad hoc per un sito ad alto traffico. Parliamo di un sito con 44 milioni di pagine viste ogni mese, il più grande progetto di promozione del Made in Italy mai realizzato.

Vediamo quali sono le premesse per riuscire a gestire un sito ad alto traffico, cosa tenere in considerazione e come abbiamo evitato possibili problemi in questo caso specifico mettendo in primo piano la sicurezza e il monitoraggio continuo.

Sito Ad Alto Traffico

Il progetto “Campagna di nation branding: Be IT”

La campagna di nation brandingItaly is simply extraordinary: be IT” è un progetto lanciato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) insieme all’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE).

Si tratta della prima campagna di promozione del Made in Italy: un’operazione digital first e content based che, nella fase iniziale, è stata incentrata sulla comunicazione dei valori associati al Made in Italy in 26 Paesi target.

Campagna Nation Branding Be It

Lanciata il 29 novembre 2021, la campagna, che si sviluppa a partire dal communication hub madeintaly.gov.it, durerà fino ad agosto 2022 e sarà articolata in due fasi. Durante la prima, da novembre 2021 fino a marzo 2022, la campagna racconta i valori che contraddistinguono il Paese: creatività, passione, tradizione, stile, innovazione e diversità.

Ad aprile 2022 partirà la seconda fase del progetto incentrato sulle filiere produttive del Made in Italy e sui prodotti dei diversi settori che le compongono.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

La seconda fase della campagna avrà l’obiettivo di promuovere le esportazioni verso l’estero e incentivare l’internazionalizzazione delle aziende italiane.

Pomilio Blumm, capofila della RTI con a LVenture GroupT-Mediahouse e Triboo Digitale, ha scelto come fornitore tecnologico SupportHost per configurare l’ambiente server su cui è stato installato il communication hub e tutte le landing pages: una collaborazione che ha permesso di avere servizi affidabili, conformi all’alto livello di complessità dell’architettura dei contenuti, rispondenti alle esigenze della RTI e del cliente.

Come gestire un sito ad alto traffico?

Normalmente è relativamente semplice progettare una infrastruttura per un sito ad alto traffico.

Si fa un’analisi del sito, si controlla il traffico attuale, si fa una previsione del traffico e si dimensiona un server o più server in base a delle necessità conosciute.

Nel caso della campagna di nation branding “Be IT”, la questione era di gran lunga diversa.

Non avevamo delle stime, era un sito appena creato e che sarebbe stato spinto su diversi canali, il che non ci dava alcuna idea sul volume di visite che potevamo aspettarci.

Oltre a questo ci aspettavamo degli attacchi, su una campagna di questa portata è un’eventualità da non trascurare.

In parole povere dovevamo creare una infrastruttura che fosse efficiente in termini di costi, ma allo stesso tempo che ci evitasse dei down in caso di un picco di visite, per un sovraccarico del server.

Analisi Dei Dati

Per ovviare a tutti questi problemi abbiamo optato per un server con 12 core e 128 GB di RAM, una cache aggressiva dal momento che il sito ha contenuti statici e Cloudflare (per la cache e come protezione da eventuali attacchi DDoS).

Questa configurazione ci ha permesso di avere una macchina abbastanza potente da poter gestire dei picchi di traffico, ma allo stesso tempo di contenere i costi per il cliente.

Nei primi giorni della campagna abbiamo fornito un supporto dedicato a Pomilio Blumm, in modo da essere il più reattivi possibile in caso di problemi, ed essere in grado di limitare i danni, specialmente durante le conferenze di personalità importanti come il Ministro Luigi Di Maio.

In questo scenario di grande incertezza, non nego che tutto lo staff era nervoso, ma alla fine tutto è andato per il meglio…

Sicurezza

Eravamo un po’ preoccupati dal punto di vista della sicurezza, non tanto per questo sito specifico, ma perché un sito con grandi volumi di visite ha sempre più probabilità di attirare attacchi.

Su tutti i server abbiamo una soluzione di disaster recovery. Offriamo un servizio di backup in best effort, ma avendo giorni di backup siamo al sicuro nel caso in cui succeda qualcosa.

Sicurezza

Abbiamo protetto il server, usando porte non standard, software di sicurezza, accessi a doppia autenticazione e molto altro. Preferisco non dare indicazioni precise al riguardo su questo tema delicato.

Abbiamo inoltre usato Cloudflare, sia per sfruttare la cache e la CDN, ma anche per la protezione da attacchi DDoS che ci fornisce.

Monitoraggio

Come per tutti gli altri servizi che offriamo abbiamo impostato un sistema di monitoraggio.

Allo scopo di poter fornire un supporto proattivo monitoriamo tutti i servizi di tutti i server con Zabbix, e monitoriamo i principali servizi tramite ping, con una soluzione personalizzata.

Supporto E Monitoraggio Proattivo

In caso di problemi tutti i nostri tecnici ricevono una notifica e il problema viene risolto prima ancora che il cliente ci possa contattare.

I risultati

I risultati sono stati del tutto inaspettati, almeno per noi di SupportHost.

Controllando le visite tramite Awstats direttamente dal cPanel del server che ospita il sito della più grande campagna del made in Italy fatta finora vediamo:

Sito Alto Traffico Awstats

44 milioni di pagine viste al mese sono circa 1.5 milioni di pagine viste al giorno.

Un risultato di tutto rispetto in termini di visite, per cui Pomilio Blumm ha tutto il merito.

Noi di SupportHost ci possiamo soltanto prendere il merito di aver creato una struttura che ha permesso di mantenere i costi ad un livello accettabile, la stessa struttura con un servizio scalabile come Amazon AWS avrebbe avuto costi circa 10 volte superiori.

Inoltre vogliamo prenderci il merito di non aver avuto down durante i picchi di traffico, che come ho detto erano del tutto imprevedibili in termini di volume.

Il parere di Pomilio Blumm

Il nostro timore iniziale era legato alla novità del progetto: sapevamo di andare incontro a una campagna di dimensioni non comuni che sarebbe stata sotto i riflettori italiani e internazionali.

Campagna Di Nation Branding Be It

Nell’incertezza di un progetto del genere e senza avere benchmark, SupportHost si è rivelato un partner affidabile e dinamico, incredibilmente reattivo e propositivo. A parte la prima settimana, che ha richiesto qualche necessario aggiustamento, non abbiamo mai avuto problemi e sappiamo di poter contare praticamente h24 sul loro supporto.

Conclusioni

Se cerchi un partner tecnologico per un sito web ad alto traffico, SupportHost è il partner ideale.

Prova gratis e senza impegno uno dei nostri piani hosting per 14 giorni. Non è richiesto nessun dato di pagamento!

Prova gratis

Abbiamo impostato un server per gestire dei picchi di traffico di cui non conoscevamo l’entità, e nessun picco è stato in grado di creare problemi.

Il sito ha poi raggiunto volumi di visite considerevoli, sempre senza alcun problema.

Hai bisogno di un servizio hosting affidabile per un sito ad alto traffico? Contattaci per una consulenza personalizzata.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down